giovedì 21 marzo 2013

TUTORIAL GESSI PROFUMATI

 Ciao ragazze!
E' PRIMAVERA, EVVIVA!!!
E come promesso il tutorial su come fare i gessi.
Dopo tanto tempo che volevo farlo eccolo finalmente,
Piccola premessa, l'avevo già fatto, appena aperto il blog, ma alcuni passaggi che avevo postato li ho eliminati  perchè possono compromettere la buona riuscita del gesso e mi sembrava poco corretto quindi nei confronti di chi magari non li ha mai fatti e vuole una guida per cominciare, apprendere tecniche vecchie e che non uso più.
Senza contare che le foto che avevo fatto, erano brutte e scure.
Beh dai allora cominciamo!!!
Vi ho messo anche un po' di link dove prendere un po' di materiali.
MATERIALE OCCORRENTE:
gesso
acqua
pinzetta
carta vetrata
paletta in legno
olio  essenziale

bicchiere di plastica
leccapentole ikea (1 euro)
stampo con soggetti piccoli
caraffa graduata (facoltativa)


Qui sotto a destra potete vedere uno dei miei stampi per "bottoni" fatti da me.Lo tengo di scorta,perchè (visto che le dosi ormai le faccio un po' ad occhio)
 spesso dopo aver colato il soggetto che mi interessa, avanzo del gesso e per non buttarlo riempio questo o un altro stampo con soggetti piccoli.Essendo sempre poco il gesso avanzato e talvolta già troppo denso, conviene versarlo in stampini piccoli  perchè spalmandolo bene si riduce la possibilità che si formino bolle.


In questo caso ho usato l'olio essenziale di lavanda, il mio preferito e un bicchiere di plastica.Per grandi soggetti uso una ciotola nera morbida (che potete trovare qui), ma per poca polvere consiglio il bicchiere: è maneggevole e lo riusate all'infinito, basta aspettare che il gesso si asciughi e verrà via perfettamente grattando con la paletta di legno.


Bene una volta  presa la quantità di polvere che vi serve che varia ovviamente in base al modello che si deve riempire, la si mette nel bicchiere.



Ora potete aggiungere l'essenza in due modi: direttamente nell'acqua  o dopo aver versato l'acqua nel gesso(passaggio mostrato più avanti).
Si versa lentamente l'acqua nel gesso ma io non mescolo subito


 lascio che il gesso si idrati un po' da solo con l'acqua, qualche istante,nel frattempo potete aggiungere l'essenza nel gesso come nella foto, se non l'avete già messa nell'acqua o se vi sembra poca.
Se l'essenza è buona, ne basterà qualche goccia.


ecco,ora senza agitarvi mescolate in modo regolare cercando di non inglobare aria


Purtroppo so già quale sarà la vostra domanda:quanta acqua metto?E qui non vi posso rispondere, perchè cambia tantissimo da gesso a gesso, da gesso a ceramica, da scagliola a ceramico, da marca a marca.
Purtroppo se le indicazioni sulla confezione che avete non vi soddisfano, dovete andare un po' a occhio, fare qualche tentativo,buttare qualche colata, fino a quando non trovate la dose giusta, è per questo che vi serve la caraffa graduata.Una volta trovata la dose giusta avendo la misurazione, non sbaglierete più.


La consistenza che dovrebbe avere è questa,(foto sopra),tipo yogurt da bere,ma anche qui varia in base alla polvere che usate.


mentre versate, il gesso si addensa sempre più e quando assomiglierà al cuore qui sopra allora andrete a versare quello che vi rimane nello stampo di scorta, perchè più si addensa meno bene si distribuirà nello stampo facendovi comparire le bolle.


Con il leccapentole in silicone aiutatevi tirando giù tutto quello che potete


Ora tornate allo stampo che ha la priorità per voi, cioè il primo che avete riempito.
Se avete un buon gesso, vi permetterà di fare quello che vedete nella foto sopra.Prendete la di legno e senza paura immergetelo nel cuore in questo caso che si è distribuito male.Passate la paletta bene lungo tutto il cuore, specie nelle parti che hanno delle rientranze.


Una volta fatto con il manico della spatola date dei colpi decisi sullo stampo in modo di assestare tutti i cuori per bene.


Nel frattempo il gesso avrà raggiunto la consistenza ottimale per permettervi di mettere un gancetto dietro


o di fare un buchetto.
In questo caso prendete un bastoncino per spiedini e fate un buco, che andrà però ripreso una volta sformati i gessi.


Toglietelo prima che il gesso si rapprenda troppo incastrandovi dentro lo spiedino


Ecco ora lasciateli riposare, se lo stampo è  poco morbido o molto articolato anche alcune ore.


In questo caso lo stampo è poco particolareggiato, quindi dopo 45 minuti estraggo.
Fate una lieve pressione sul retro in modo che l'aria entri e il gesso si stacchi più facilmente.


Vedete i miei erano ancora umidi ma lo stampo lo permetteva.


Riprendete ora il gesso se avete fatto il buchino dietro e con la punta dello spiedino rimarcate il buco, prima  dietro e poi davanti


Perfetto, visto?
Qui sono scuri perchè sono bagnati.


Ma non è finita qua, ora arriva la parte fastidiosa ma che fa la differenza:la rifinitura, sia davanti che sul retro.


Questi sono i gessetti dello stampo più piccolo, quello di scorta ricordate?
 Si presenta così con un eccesso dietro che va tolto.
Quando i gessi saranno perfettamente asciutti armatevi di pazienza, tagliatevi le unghie(che possono rovinare i gesso innavertitamente durante la rifinitura) e soprattutto carta vetrata e iniziare a togliere  il materiale superfluo


rifinite qualche dettaglio


Qui sto facendo il buchino 


Questi piccoli gessi fatti con l'avanzo di materiale non saranno mai perfetti e molte volte butterete tutto, ma tenete conto che comunque avreste comunque buttato il gesso avanzato diventato ormai troppo denso, tanto vale tentare no?
Io li uso come chiudi pacco e fanno la loro figura, ve l'assicuro.


Eccoli qui i miei bambini.

ed il retro, perfettamente liscio.


Anche di quelli piccoli, con il gesso recuperato.

ULTIMI CONSIGLI
Una delle cose che non faccio più per esempio è usare oli che non siano essenziali puri:
NO ALLE ESSENZE DA BANCARELLA DA 1 EURO per due motivi 
1) non durano niente
2) quel che è peggio POSSONO ROVINARE lo stampo per sempre e il gesso non vi  esce più 
3) Il più sono tossiche e fanno male. 
Per quanto riguarda gli stampi,preferite quelli in silicone, costano di più, ma i gessi vi usciranno con facilità e con il tempo risparmierete in gessi che altrimenti avreste buttato perchè rotti nell'estrazione.
Ne trovate in enorme quantità nei siti di hobbistica,nelle fiere, perfino al mercato mi hanno detto che ci sono dei banchi esclusivamente di stampi in silicone.
Non vi arrabbiate se alcuni gessi si rompono, per alcuni stampi non c'è niente da fare: i gessi si incastrano e non c'è verso che escano,lo stampo non va bene, conviene eliminarlo.
N.B.B.B.B.
Il fattore che però è alla base di tutto è la qualità del gesso, c'è poco da dire. Se avete un buon gesso avrà una presa che vi permette di fare tutto quello che ho fatto io, che non fa bolle, che diventa bello bianco, che esce senza rompersi.
Io uso gesso ceramicolo acquisto in una grossa ditta  vicino a casa mia che fa tutt'altra cosa e  che purtroppo non fa spedizioni e non vende al dettaglio,ho già chiesto, vanno via di pacchi da 30kg o addirittura a bancali, ma ha un buon prezzo quindi se lo volete provare dovremmo arrangiarci tra di noi, magari mandatemi una mail.
I gessi fatti così non vanno bene per gli ambienti grandi, quindi è inutile che vi disperiate per il profumo, questo si manterrà per mesi se lo tenete in un cassetto, in una scatola quando fate il cambio degli armadi, ma esposto all'aria in stanze grandi il profumo evaporerà in fretta.
La ceramica non  è un sostituto del gesso, la polvere di ceramica è bella, dura, bianca ,ma non va bene per profumare, non è porosa come il gesso, non profumerà o almeno non così a lungo come un gesso.

Ecco ragazze, mi sembra di avervi detto tutto, se avete domande lasciatemi un commento qua sotto così io  potrò integrare il post rispondendo così anche al vostro quesito che magari sarà d'aiuto anche agli altri.
Spero che questo tutorial possa esservi utile.
Un grosso abbraccio!

63 commenti:

  1. grazie, un tutorial favoloso!!!! Solo una domanda. Le formine vanno estratte quando sono ancora umide? No bisogna aspettare che secchino completamente? ciao, Sofia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dipende, in alcuni stampi, quelli che ti fanno più sudare quando è ora di estrarre,ho notato che il gesso scivola meglio se è ancora un po' umido,in altri invece bisogna aspetta anche 6/7 ore.

      Elimina
  2. Non è da tutte mettere a disposizione conoscenze acquisite in tanto tempo e, immagino, anche con una certa spesa, per cui grazie di cuore per averlo fatto. La spiegazione è davvero ben fatta e.... gli ultimi consigli da tenere in grande cosiderazione. un caro saluto da Carla.

    RispondiElimina
  3. Grazie per aver condiviso quello che hai imparato negli anni, è sempre interessante e utile capire e confrontare tecniche e consigli da chi ha più esperienza...
    Complimenti per tutto e ciao, Elisabetta

    RispondiElimina
  4. grazie per il tutorial, i gessi sono la mia "bestia nera", non mi vengono mai bene :(
    proverò i tuoi consigli!

    RispondiElimina
  5. You are very talented and patient to make those little bitty hearts, they are so sweet
    Thanks for coming over to see my Dresses at The Ball

    Janice

    RispondiElimina
  6. Ciao! Grazie davvero per il tutorial!!!!! Avrei due domande....la prima è quando vanno estratti e gessi e la seconda è come fai a crearti gli stampi da sola?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, ti rispondo qua perchè ad entrambe le domande ho già risposto altre volte qui sul blog.Diciamo che in linea di massima è preferibile aspettare anche alcune ore,ma ci sono delle eccezioni, vedi cosa ho risposto a SofiaBisogna provare e così facendo si conosce anche la caratteristica dei nostri stampi.Per fare gli stampi da sola puoi usare il forma-form, lo trovi sempre alla opitec.Se vai all'inizio della pagina vicino alla home, troverai un'etichetta "stampi", ne parlo anche la.

      Elimina
  7. Ciao Pam
    complimenti!!
    una domanda, se posso:... nel vademecum che alleghi solitamente ai tuoi gessi cosa consigli per la buona conservazione?
    mi scuso in anticipo se magari nel blog è già scritto da qualche parte ed io me lo sono perso.
    a presto
    Bibi

    RispondiElimina
  8. Scrivo diverse cose ma in linea di massima, dico quello che ho anche segnalato nel penultimo consiglio di non tenerli all'aria aperta se non si vuole che il profumo evapori velocemente..

    RispondiElimina
  9. Che belli sei bravissima ^_^

    RispondiElimina
  10. Siiiiiiii il tutorial sui gessetti :) grazie, grazie cara lo aspettavo da tanto!
    Un bacione grande sei bravissima!

    RispondiElimina
  11. per fare i fori nei gessi è molto più semplice utilizzare un trapano con una punta da 3 o da 4, con lo stecchino non vengono mai bene.
    bel tutorial grazie pam.

    un sorriso :)

    Fran

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo molti gessi, specie i più piccoli si rompono facilmente con il trapano,a volte sono talmente piccoli e delicati che non vale proprio la pena rischiare di buttare tutti i pezzi.In fondo basta ritoccare il buchino dopo come ho fatto io e vengono perfetti.

      Elimina
  12. ciao Pam ,complimenti di vero <3 ,volevo porti una domanda:ma il ferretto per fare i gancetti che misura è ...grazie mille in anticipo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gancetti che vedi sono molto piccoli perchè il. Gesso stesso lo è, quelli della foto misurano circa 4mm e li trovo in una ferramenta in centro ma quelli di qui ho messo il link misurano 1 cm . Ciao!

      Elimina
  13. Ciao,sono capitata x caso in questo blog carissimo..tra qualche mese mi sposo e sto preparando le bomboniere:segnalibro con nastrino in raso e cuore profumato in ceramica..ora ho dei problemi:
    1-anche se escono perfetti di aspetto ai bordi colora un pò,nel senso che se lo passo su una superficie scrive
    2-per incollarli al nastrino sto facendo una fatica immane.quella a caldo non fa presa sul gesso perciò ora sto usando quell tipo attack a presa rapida,..ma di rapido non ha nulla..devo restare oltre un minuto e tenere premute le due superfici..conosci qualcosa di più adatto?
    Ti ringrazio in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao...anche io faccio gessetti profumati e ho lo stesso problema tuo riguardo al fatto che sulla parte posteriore non riescono a diventare lisci come davanti e quindi scrivono. Tempo fa ho trovato in ferramenta una vernice trasparente di finitura all'acqua ma comunque dopo diventa impermeabile e sul retro non posso mettere l'olio essenziale.
      Per quanto riguarda l'"incollaggio" ho trovato sempre in ferramenta la "Millechiodi"...il tubo che la contiene è come quello del silicone e si deve mettere nella pistola grande di ferro...sempre usata per il silicone. Non asciuga subito ma se premi per un attimo il gessetto sul nastrino..rimane in quella posizione finché non si asciuga. Ne basta veramente una punta altrimenti esce fuori dal nastrino...la puoi mettere in più punti. Ti costa circa 6-7 euro ma ti basterà per 20 matrimoni!!!!

      Elimina
    2. Grazie ragazze,ogni consiglio per i materiali e colle varie è ben accetto e utile a tutte!!!!

      Elimina
  14. Ciao pam sei semplicemente bravissima.Volevo farti una domanda il gesso in polvere e uno particolare x fare i gessetti o e quello dei lavoratori ?ancora complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, come ho scritto nel tutorial,io uso gesso ceramico, lo acquisto in una grossa ditta vicino a casa mia che fa tutt'altra cosa, cioè pannelli di isolamento.

      Elimina
  15. Ciao Pam,
    grazie 1000 x aver condiviso il tuo tutorial! Vorrei sapere se è possibile anche trovare gesso colorato o colorarlo,oltre che aromatizzarlo? ti seguo molto volentieri Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Tina, certo è possibile colorare il gesso, versando il colore nell'impasto:io uso sempre acrilici anche per colorarli totalmente perchè tengono di più e sbiadiscono meno con il tempo.

      Elimina
  16. un tutorial perfetto!!!!!!! i piccoli gancini li trovi anche in ferramenta? un bacione Lory

    RispondiElimina
  17. Molto bellino da provare sicuramente ciao ti aggiungo tra i miei preferiti se vuoi passa da me

    RispondiElimina
  18. Ciao, innanzitutto complimenti per il tutorial dettagliato. Se non trovano pochi così ben spiegati. Grazie per averlo condiviso. Avrei una domandina.... hai mai provato ad usare gli oli per burrocacao? ne ho a casa molti che usa per il burrocacao e vorrei riutilizzarlo. Grazie
    Jess

    RispondiElimina
  19. non so che oli usi per il burrocacao, e la loro composizione,inoltre cambia anche in base a che stampi usi.L'unica è fare delle prove.
    Cmq alcuni olii hanno delle composizione strane ,sono molto corrosivi e rovinano gli stampi.

    RispondiElimina
  20. Grazie tutorial perfetto ho già provato e con le tue spiegazioni il risultato è già ottimo. Grazie ancora
    Cry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yeahhh sono felicissima di esserti stata d'aiuto!!

      Elimina
  21. ciao volevo realizzare anch'io delle formine col gesso o polvere di ceramica, ma dove trovo gli stampini e il gesso?
    grazie ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giada,puoi trovare tutto in fiera a Vicenza.

      Elimina
  22. Ciao! Grazie per il tutorial! Solo due domande:
    Se volessi fare gessetti profumati colorati, come quelli che si trovano in vommercio, come faccio?
    E pensavo di farli come regali di natale... come li impacchetto in modo che non perdano il loro profumo?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, scusa se ti rispondo solo ora.Devi aggiungere colore nell'impasto e una volta asciutti li metti in un sacchetto ermetico o dentro a dei vasi ben chiusi, il profumo si conserva anche per un anno!Spero ti servirà per il prossimo Natale.

      Elimina
  23. Ciao Pam!
    Bellissimo tutorial!! Posso chiederti dove hai trovato questi stampini?
    Grazie mille!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  24. Ciao. Poiché avevo pensato di cimentarmi in questa nuova avventura dei gessetti profumati. ...navigando su internet mi sono imbattuta nel tuo tutorial. Bellissimo. Oggi ho provato a farli. Ho usato uno stampo di plastica, è l'unico che ho trovato. Nel fare il foro il gesso si è sbriciolato. Mentre durante l'uscita dallo stampo è andato tutto bene. Perché si è sbriciolato? Lo stampo deve avere una forma particolare per poter fare il foro e per altre forme e' sconsigliato? ?? ? puoi darmi qualche consiglio? Grazie
    Elisa

    RispondiElimina
  25. Ciao. Poiché avevo deciso di imbattermi in questa nuova avventura dei gessetti profumati, navigando su internet per caso mi sono ritrovata a leggere il tuo tutorial. Molto bello e interessante. Nel fare il foro e per altri nel riprendere il foro i gessetti mi si sono sbriciolati. Perché? Ho usato stampi di plastica. È l'unico che ho trovato. Nel farli uscire dallo stampo è andata bene. Forse per alcune forme è consigliabile non fare il foro? Grazie mille. Ciao Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elisa, scusa il ritardo della risposta ma dicembre è stato un mese da urlo.Allora può diperndere da tre fattori:1 la qualità del gesso, se hai usato uno poco duro può esserti uscito dallo stampo ma è cmq troppo "morbido" per il buco e si sgretola.2-non sei andata abbastanza in fondo con lo stecchino quando hai praticato il foro e quindi quando l'hai ripreso lo strato era troppo grosso, oppure hai inserito lo stecchino troppo tardi quando il gesso era già un po' troppo solido.3 lo spessore del gesso è troppo fino per farci un foro grande, in alcuni casi si può solo mettere il gancetto diero.Spero di averti aiutata.

      Elimina
  26. Complimenti per il tutoria e grazie per i consigli. Proverò presto anch'io. Volevo sapere se sai darmi un consiglio su come colorare il gesso, per caso si usano i colori in polvere?
    Grazie, ciao Laura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Laura, io uso gli acrilici nell'impasto.

      Elimina
  27. Ciao! Ho scoperto il tuo blog grazie a questo tutorial.
    Sei stata molto brava ed esaustiva!!!!
    Grazie mille.
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Anna grazie, sono felice se ti posso aver aiutata :-))

      Elimina
  28. Grazie per il tuo tutorial,oggi ho provato a fare dei cuori come mai dietrmi e venuta liscia ma con piccoli buchini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. può essere che hai mescolato troppo forte o il gesso non buono.

      Elimina
  29. Ciao! Vorrei fare dei segnaposto per il matrimonio con i gessi profumati..secondo te per circa 120 gessetti quanto gesso serve? Il tipo di gesso che acquisti come si chiama? Grazie!

    RispondiElimina
  30. Ciao Francesca, io prenderei almeno due kg, quello che uso io gi chiama gesso ceramico.

    RispondiElimina
  31. ciao vorrei sapere se una volta terminato il profumo si possono bagnare con olii essenziali in modo da riutilizzarli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo e come no! E' proprio per quello che mi piacciono i gessi perchè si possono usare all'infinito.Li puoi profumare con quello che vuoi!Anche con il tuo profumo personale se ti va.Io per i cassetti di mio marito uso il suo profumo e ti assicuro che profumano all'infinito.Più buono è il profumo, più dura la fragranza.

      Elimina
  32. Ciao pamela cosa intendi che l ho mescolo troppo forte?lo mescolo fino a quando nn ci sono grumuli per fare.250 cuori quando gesso devo comprar?volevo comprare il gesso in ceramica che utilizzi tu dove posso acquistarlo?grazie pam gentilissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che mescolando con troppa energia crei molte bolle che poi rimangono all'interno del gesso ma ripeto può essere a causa del gesso, mi è successo con uno preso all'opitec scadente e con i gessi molto morbidi tipo scagliola.Gesso ceramico ti consiglio ma non ti so dire quanto, come ho scritto sopra io ne prendo 25 kg alla volta e non mi faccio tanti problemi ,tu prova a vedere x 10 quanto te ne vuole e poi moltiplichi.Sopra ho scritto dove lo prendo io.

      Elimina
  33. Grazie pam infatti e scagliola può essere proprio questa io sn a brescia x avere un sacco di quella che usi tu che sicuro ke vengono buoni come faccio ad averla ?mi conviene prenderne un sacco?un volta aperto quando può stare grazie pam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 25 kg sono tanti se tu non usi potrebbe essere un problema, senza contare che sarebbe un bel botto di sp. di spediz. prova a vedere dal tuo dentista, loro usano quello buono.

      Elimina
  34. Ciao,vorrei realizzare dei gessetti da usare come bomboniera per la Comunione della mia bambina,ma non riesco a trovare stampini che mi piacciono. Quando parli di stampini in silicone,intendi anche quelli per "dolci" e cioccolatini?! Grazie e complimenti!!!

    RispondiElimina
  35. Ciao,vorrei realizzare dei gessetti da usare come bomboniera per la Comunione della mia bambina,ma non riesco a trovare stampini che mi piacciono. Quando parli di stampini in silicone,intendi anche quelli per "dolci" e cioccolatini?! Grazie e complimenti!!!

    RispondiElimina
  36. Ciao,vorrei realizzare dei gessetti da usare come bomboniera per la Comunione della mia bambina,ma non riesco a trovare stampini che mi piacciono. Quando parli di stampini in silicone,intendi anche quelli per "dolci" e cioccolatini?! Grazie e complimenti!!!

    RispondiElimina
  37. Ciao! Innanzitutto complimenti per il tutorial! Settimana prossima mi cimentero' con i miei alunni a fare questo lavoretto per la festa della mamma! Essendo in molti mi hanno consigliato di utilizzare il gesso rapido che asciuga in 5 minuti, mi sai dire qualcosa.. se funziona..? La figlia di una mia collega l'ha fatto ed è uscito molto bene! Per lisciarlo si usa la carta vetrata quella più fine da 500? Sicuramente prima lo proverò a casa.. a scuola con i bambini nn posso permettermi errori!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao verdiana, ti ho risposto i google, fammi sapere se hai ricevuto il mess.

      Elimina
  38. Ciao cara,
    Complimenti e grazie davvero per questo meraviglioso tutorial.
    Ho una domanda da farti ho realizzato dei gessetti che ho colorato con del colorante liquido alimentare...
    Il gesso nella coppetta era di colore uniforme... l'ho colato nello stampo di silicone e dopo una prima asciugatura li ho levati dalle forme... sono passate circa 7 ore da quando li ho tolti ma non sono di colore uniforme come invece era tutto il composto insieme. .. secondo te dove ho sbagliato... spero tu mi risponda ne ho davvero urgenza... grazie cara un abbraccio e complimenti ancora :D

    RispondiElimina
  39. Nuovamente con i gessetti che si rompono un po dopo l'esteazione cosa ci si può fare?

    RispondiElimina
  40. se hai usato gli stampi in silicone può dipendere da tre fattori:1 gli hai estratti troppo presto,2gesso troppo morbido,3 hai messo troppa acqua nell'impasto.Ragazze con i gessi c'è poco da dire e da fare, bisogna provare e riprovare, cambiare marca di gesso, stampo, dose acqua/polvere, e ancora sperimentare.

    RispondiElimina
  41. ciao,io ho un problema nel colorarli...cioè quando miscelo il colore insieme alla polvere di ceramica,nel momento dell'asciugatura il colore non è compatto è a toppe o cmq ci sono parti più scure e altre più chiare...non capisco il perchè? ho usato coloranti per sapone che sn liquidi ,perchè con le tempere sn rimasti dei grumi...mi puoi dare qualche consiglio?
    grazie
    simona

    RispondiElimina

Anche se non sempre riesco a ricambiare la cortesia, mi fà immenso piacere se lasci un segno del tuo passaggio. Grazie!

Se vuoi essere avvisato quando posto, tramite mail clicca qui

MODELLI GESSI

MODELLI GESSI
Per facilitare la ricerca dei modelli di gessi, qui sono ordinati per nome e per numero,clicca sulla foto